Capelli sfibrati: i trattamenti giusti

L’estate sta finendo ma i capelli sono sempre sfibrati?

Niente paura, con qualche rimedio, la vostra chioma tornerà lucente come prima.

Innanzitutto bisogna entrare nell’ottica che non è soltanto necessario prevenire e/o curare ma “mantenere” ovvero prendersi cura dei propri capelli anche nei periodi che non necessariamente precedono o seguono il periodo di mare o di stress.

Insomma, così come esistono le diete di mantenimento, ci sono i trattamenti di mantenimento per i propri capelli.

Di certo, il periodo estivo non è dei migliori per il benessere dei capelli poiché il sudore, il cloro delle piscine e la salsedine li indeboliscono e li rendono aridi.

Importantissimo è usare shampoo che non siano aggressivi, anche se avete i capelli grassi, altrimenti otterrete l’effetto contrario, avendo capelli da lavare tutti i giorni perché ricchi di olio.

Proprio un olio vegetale secco, invece, può rappresentare la soluzione ai vostri problemi da capelli inariditi a causa del sale. L’importante è distribuirlo soltanto sulle punte, evitando le radici, al fine di non ingrassare il cuoio capelluto. L’olio è una soluzione ottimale per i capelli colorati che tendono a scolorirsi a causa del sole estivo.

Sì alle maschere idratanti più che nutrienti, sì agli impacchi wet fai da te oppure acquistati in erboristeria et similia, sì agli spray che contengono cheratina, no a gel e lacca che seccano ancor di più i capelli e li sporcano.

A fine estate, inoltre, un taglio vi aiuterà a rinforzare i capelli sfibrati, eliminando le tanto odiose doppie punte.

Francesca Martire

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *