Come proteggere i propri capelli

 

Avete voglia di shatush ma la paura dei capelli sfibrati vi assale? A tutto c’è soluzione, baste imparare a proteggere i propri capelli.

Innanzitutto tenete presente che i trattamenti non vanno ripetuti troppo spesso ma, nel caso dello shatush , non incorrerete in problemi data la schiaritura naturale che non vi obbliga a scappare dal parrucchiere per nascondere la ricrescita!

Impacchi fai da te al miele o all’olio possono rappresentare una buona soluzione al problema dell’indebolimento dei capelli , ma anche prodotti a base di cheratina volti a ristrutturare il capello risultano ottimi per evitare doppie punte e spiacevoli effetti da indebolimento.

Se amate le soluzioni veloci, acquistate le maschere già pronte: potrete tenerle in posa mentre siete sotto la doccia, occorrono solo pochi minuti, e poi risciacquare i prodotti in tutta semplicità, a mo’ di balsamo.

A proposito di quest’ultimo, poi, non tralasciate di sceglierlo con cura: ottimo quello all’aloe, al miele o all’olio di argan.

Se poi i capelli appaiono davvero troppo stressati, pensate ad un impacco da tenere in posa un po’ più a lungo, avvolgendoli con un asciugamano dopo avervi applicato sopra olio di oliva, qualche goccia di limone, miele e un uovo.

Ottimo, inoltre, è l’olio di cocco che va applicato in piccole quantità se non volete rischiare che i vostri capelli tendano poi a divenire grassi.

C’è anche chi suggerisce glicerina e acido ialuronico: ovviamente ogni testa è a sé e va scelto il trattamento più adeguato che può andare dalla semplice maschera ripetuta una o due volte alla settimana ai trattamenti tricologici più intensi, non dimenticando quelli al tè verde e alla glicerina.

Insomma, esiste una soluzione per ogni testa e per tutti i capelli !

Francesca Martire

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *